Massimiliano Pioli - Social Media Manager - logo

Social Media Marketing per Farmacie : come iniziare

Social Media Marketing per Farmacie - Massimiliano Pioli Social Media Manager

Social Media Marketing per Farmacie : Mini guida per iniziare

 

In Italia si stima che più della metà della popolazione sia attiva sui social media, i quali vengono usati per qualsiasi cosa, dalla ricerca di informazioni al mantenimento di contatti e amicizie. 

I dati 2021:

Dal Report DIGITAL 2021 ITALIA è emerso che nella nostra nazione sono più di 50 milioni le persone che accedono a Internet ogni giorno e 41 milioni quelle attive sui social media.

In Italia si registra ancora un trend in crescita per quanto riguarda l’adozione di Internet e delle piattaforme social.

Online le persone consumano contenuti, soprattutto video (93%), ma sempre di più anche audio con il 61% che ascolta musica in streaming e il 25% che fruisce di podcast.

Questo significa che qualsiasi azienda può trarre giovamento e incrementare il proprio business se è presente sui principali social network, farmacie incluse. 

Perché sempre più Farmacie decidono di utilizzare i Social Media?

L’attività del Social Media Marketing in Farmacia raggiunge questi 41 milioni di italiani che utilizzano i social networks con pubblicità mirate a pagamento, la creazione di una vetrina prodotti ma soprattuto la cura della relazione con Clienti.

Ovviamente alla base di tutto ci deve essere una strategia ben definita per garantire una buona reputazione online dell’attività.

Il lavoro del farmacista consiste anche nel relazionarsi con le persone, di conseguenza è importante saper sfruttare i mezzi di comunicazione digitali e creare un filo diretto che colleghi consumatore e professionista. 

Il social network più usato è ovviamente Facebook, ma anche Instagram è in netta crescita. E non bisogna dimenticare servizi paralleli come Whatsapp. 

Vediamo insieme come sfruttare questi strumenti per massimizzare il social media marketing delle farmacie. 

Quali sono i vantaggi di avere un account business sui principali social? 

Uno dei concetti cardine del social media marketing è il brand awareness, cioè la conoscenza diffusa di un marchio o di un negozio, che consente di incrementarne la clientela. 

Al giorno d’oggi la pubblicità online è quella che ha un ritorno economico maggiore, per diversi motivi. Uno dei principali è, logicamente, che le persone passano online una gran parte della loro giornata, e quindi se si è presenti è facile raggiungere un bacino di utenza molto ampio. Un altro fattore da considerare è invece il fatto che farsi pubblicità su internet non ha praticamente nessun costo, ma soltanto la potenzialità di aumentare gli introiti. Rispetto alle campagne pubblicitarie tradizionali infatti, quelle svolte sui social media, a meno che non vengano date in mano a professionisti del settore, sono praticamente a costo zero. Tutto ciò di cui ci si deve armare è tempo e pazienza. 

Avere un account business sui social è un impegno, ma se viene portato avanti con assiduità e attenzione dà i suoi frutti. 

Come sfruttare le caratteristiche dei principali social 

É possibile aprire un account business su Facebook, il quale servirà per creare una pagina aziendale, dove esporre i propri prodotti e avere un contatto diretto coi potenziali clienti della zona per fornire loro informazioni. 

Si possono usare contenuti testuali accompagnati da immagini, ma anche video e infografiche. I video stanno diventando infatti il sistema preferito per fruire e condividere contenuti, vista l’immediatezza e l’impatto che suscitano. 

In media, un video viene assimilato più velocemente e in maniera più dettagliata rispetto a un’ informazione scritta. 

Le infografiche invece rappresentano una strategia efficace per trasmettere e far comprendere anche gli argomenti più difficili. Sono espressione di professionalità del farmacista ed in genere molto apprezzate dagli utenti, i quali le condivideranno in misura nettamente superiore a un contenuto testuale. 

Con l’account business di Facebook è possibile caricare interamente il catalogo dei prodotti presenti in farmacia con delle foto e delle brevi descrizioni degli stessi. Una volta creato il catalogo è consigliabile creare gruppi di utenti ai quali indirizzare pubblicità mirate, che quindi possono essere diversificate a seconda del target. 

Instagram è invece leggermente diverso, in quanto è costituito solo da immagini e brevissimi video. Per usufruirne nel modo più opportuno bisogna essere in grado di creare contenuti molto brevi e coinvolgenti, o avere un certo occhio per la fotografia, in modo da colpire e attirare l’attenzione visiva degli utenti. 

Ultimamente stiamo assistendo all’ascesa inesorabile di Tik Tok, il quale è sempre più usato dalle nuove generazioni. Sebbene per alcuni sembri improbabile riuscire a pubblicizzare una farmacia su questo social, in realtà è più semplice di quanto si possa credere. Infatti basta creare un profilo ed essere a proprio agio con la videocamera. In un breve video di Tik Tok è possibile pubblicizzare via via i propri prodotti, indicandone le caratteristiche fondamentali. Se fatto in maniera simpatica e appassionante, sarà apprezzato e incrementerà la clientela potenziale, la quale si rivolgerà al farmacista presente in video, che mostrandosi genera fiducia negli acquirenti.

Un altro celebre social, più orientato a mettere in evidenza le proprie competenze, è Linkedin. Nel caso venga usato per pubblicizzare una farmacia, sarà importante impostare l’account in maniera professionale, magari scegliendo un piano editoriale con cui selezionare i contenuti da esporre. 

Gli errori da non fare: breve panoramica sull’utilizzo corretto di Facebook, Instagram, Whatsapp e Twitter 

Creare un account sui social è relativamente facile, non bisogna avere conoscenze informatiche particolari. Anche gli account business sono abbastanza semplici da settare e non richiedono doti specifiche. Tuttavia è importante saper usare lo spazio virtuale nella maniera più opportuna, perché ci sono diversi errori che possono compromettere il buon esito di una campagna di marketing digitale di una farmacia. 

Ogni social deve essere usato tenendo conto delle sue caratteristiche intrinseche e di quello che l’utente, mediamente, si aspetta di trovarvi. 

Facebook, ad esempio, viene normalmente utilizzato per raccontare nel dettaglio le proprie giornate o mettere in rilievo eventi particolari. Per fare social media marketing quindi, è opportuno far vivere ai clienti la farmacia, esibire ciò che vi accade dentro, i prodotti che si possono trovare, come vengono risolti i problemi che di volta in volta si presentano ai pazienti. 

Insomma, bisogna sapere creare uno spazio che ispiri fiducia e intimità.

Si possono investire anche piccole somme per campagne pubblicitarie tramite Facebook Ads, che si rivelano estremamente utili per aumentare il traffico sulla propria pagina. 

La comunicazione su Facebook non deve essere asettica, formale o monodirezionale, ma emotivamente coinvolgente, informale, orientata alla condivisione. 

Una pagina social deve essere curata con la stessa attenzione riservata ai clienti che si recano fisicamente in negozio. 

Per sfruttare al meglio Whatsapp invece, è consigliabile usufruire del servizio Whatsapp Business, riservato alle aziende. Se sfruttato bene, Whatsapp Business rappresenta un modo pratico per ricevere e distribuire ordini ed essere localizzati dai clienti. Ovviamente bisogna essere a disposizione e dare quante più informazioni possibili: orari, indirizzi, prodotti disponibili. Aprire un account Whatsapp business e poi non rispondere in maniera celere equivale a non averlo. 

Se Instagram, come già accennato sopra, deve essere sfruttato concentrandosi sulle immagini, magari raccontando visivamente la storia della farmacia o mettendo in evidenza prodotti, Twitter invece è in assoluto il social network da usare con più assiduità. Per ottenere visibilità attraverso di esso infatti, bisogna pubblicare un numero elevato di Twitter. 

Di conseguenza chi decide di aprirvi un account deve tener conto del fatto che dovrà periodicamente dedicargli del tempo. 

Conclusioni

Con qualche accorgimento e un pò di pratica, attraverso i social la farmacia può trasformare il proprio business, aumentare la clientela e instaurare rapporti coinvolgenti e fruttuosi. L’importante è seguire le regole di ciascuno di essi, e soprattutto, essere presenti. 

Secondo alcune indagini, nel corso di un mese, la metà delle farmacie non aggiorna i propri canali social, e questo è paragonabile ad un’assenza totale. 

Avere un’identità digitale richiede tempo, attenzione e risorse. Nel momento in cui una farmacia decide di investire in uno di questi account, deve tenere a mente che il tempo speso per curare l’immagine del negozio avrà non solo un ritorno economico, ma anche ripercussioni positive nel contatto coi clienti, aumentando la soddisfazione personale. 

Condividi l'articolo

Iscriviti alla mia Newsletter

Ti invierò una mail al mese con consigli utili ed aggiornamenti sui Social Media

Altri articoli del blog

Social Media Marketing - Risovi un problema
Social Media Marketing Per Ristoranti - GUIDA GRATUITA
Le Basi del social Media Marketing - Mini guida per iniziare